Scheda 3 Borno-Lova-Rif.Laeng- Passo Varicla

 

SCHEDA N° 3

 

BORNO m.885 -LOVA- RIFUGIO G. LAENG-PASSO VARICLA m.2145

 

DIFFICOLTA’

E Escursionistica

E.E. il canalino finale del passo Varicla

 DISLIVELLO ATTIVO  m. 1287
 SVILUPPO     km. 16 a/r
 TEMPO DI PERCORRENZA  andata ore 4 – ritorno ore 3,00 = ore 7 a/r
 INTERESSI   Paesaggistico, naturalistico, geologico, flora
 CIASPOLE  Sì fino alle pendici del monte Arano
 MOUNTAIN BIKE  Si fino alle pendici del monte Arano


CARATTERISTICHE Itinerario panoramico in un magnifico ambiente montano al cospetto del Pizzo Camino e della Cima Moren. Inoltre piccoli laghetti alpini, rarità floreali, strapiombi rocciosi.

DESCRIZIONE. Dalla piazza Giovanni Paolo II salire lungo Via San Fermo. In cima alla via (tabelle segnavia), incamminarsi a destra per Via Pizzo Camino. Lasciate le ultime case del paese, si fiancheggiano alcune cascine e si raggiunge la località Navertino (tabelle segnavia), dove la strada comincia a salire con maggior pendenza. Si passa davanti alla cappelletta votiva di Sedulzo, si raggiunge un ponte con a fianco una fontana di legno e si sale al bivio (ore 1- tabelle segnavia), che precede la conca dove è situato il lago di Lova, da qui raggiungibile in pochi minuti. Al bivio, prendere a sinistra, passare un secondo ponte e transitare sopra la cascata di Lovareno. Raggiunto il bivio successivo (tabelle segnavia), inizia il sentiero n° 82a: procedere diritti sulla stradina che costeggia il bosco e si apre sui vasti pascoli del Pian del Merì. Giunti ad un piccolo slargo (ore 1,45

tabella segnavia), si gira a sinistra e s’imbocca uno stretto sentiero che zigzagando risale i pascoli del Monte Arano. Lasciata a destra una pozza, si raggiunge una piccola sella che immette nel bosco. Il sentiero prosegue con saliscendi fino al rifugio Laeng (ore 2,30 – m.1760). Scendere nella valletta a destra del rifugio e in uno spiazzo erboso (tabelle segnavia) girare a sinistra e raggiungere un bivio (tabelle segnavia), dove si procede diritti a imboccare un valloncello fra un bel bosco di pino mugo. Raggiunto un altro bivio (tabelle segnavia), girare destra e risalire una dorsale panoramica fino a costeggiare un grosso masso (pizzo Oistrak- ore 3). Poco dopo il sentiero spiana brevemente, gira a sinistra e attraversa a mezza costa il versante nord del monte Sossino. Giunti nei pressi di alcuni massi la pendenza aumenta, si gira a sinistra per portarsi su un crinale che si segue a lungo, superando ripidi e stretti tornanti su fondo sassoso. La pendenza si attenua, si gira a sinistra e si attraversa in falsopiano verso Ovest. Arrivati a un intaglio roccioso che si apre sulla Val di Scalve, si riprende a salire su terreno morenico fino al canalino finale che sbocca sul passo Varicla (ore 4). Tale canalino richiede attenzione per la roccia friabile e le scaglie taglienti.

SCHEDA N° 3  BORNO-LOVA-RIF.LAENG- PASSO VARICLA                           
NOME QUOTA DISLIV. DISLIV. DISTANZA TEMPO TEMPO DIFFICOLTA’
SENTIERO LOCALITA’ LOCALITA’ SALITA DISCESA METRI ANDATA RITORNO TRATTO
82 BORNO 885 0 0 0 0 min     20 E
82 NAVERTINO 1035 150 0 1300 min.     25 min.    35 E
82 LOVA Località Cambrusì 1326 291 0 1600 min.     40 min.    65 E
82a RIFUGIO LAENG 1760 457 23 3200 min.     85 min.    60 E
83 PASSO VARICLA 2145 389 4 1900 min.     90 EE
TOTALI 1287 27 8000 ore    4,00 ore  3,00 a/r  ore 7,00

Riccardo Fedriga

35 visualizzazioni totali 1 visualizzazioni oggi