BORNO - CORNA ROSSA -  SORGENTE PIZZOLI -  BALESTRINI - TEGOLA - BORNO

SENTIERO: 2

DIFFICOLTA’
E – Escursionistica 
DISLIVELLO
m. 345
SVILUPPO
7.7 Km A/R
TEMPO PERCORRENZA
andata 1:10H – ritorno 1H = 2:10H a/r
INTERESSI
Paesaggistico, naturalistico
CIASPOLE
No
12 borno pizzoli balestrini tegola borno
MTB

No

PROFILO ALTIMETRICO
Caratteristiche

Percorso ad anello. Itinerario su strada asfaltata fino alla località Corna Rossa m.963, poi su stradina sterrata fino alla sorgente dei Pizzoli e in seguito su sentiero stretto. Escursione molto frequentata, fino alle sorgenti, per le proprietà attribuite alle sue acque e per le belle abetaie. 

Descrizione

Dalla Piazza Giovanni Paolo II prendere Via Vittorio Veneto fino all’area di posteggio della Dassa, dove ci s’immette, a sinistra, in Via Pineta (tabella segnavia-sentiero n° 2). Si attraversa un ponte sul torrente Trobiolo e si prende la strada di destra che sale ripida al ristorante Gabà e alla baita Corna Rossa. Qui si gira a sinistra e dopo un centinaio di metri di nuovo a sinistra (tabelle segnavia). La stradina con fondo sassoso e in leggera salita supera due cascine e raggiunge un dosso erboso con un vasto panorama sull’altopiano di Borno. Il percorso diventa pianeggiante, s’inoltra nel bosco, poi sale ad un ruscello e raggiunge la piccola sorgente dei Pizzoli. Qui la stradina termina e si prosegue su uno stretto sentiero che attraversa, in moderata pendenza, i boschi delle pendici orientali del Monte Lo. Giunti su un dosso (attenzione alla segnaletica), si scende e si risale una valletta. Superato un bosco d’abeti e di faggi, si sbuca nella località Balestrini, con al centro una bella cascina. Per tornare a Borno lungo un itinerario diverso da quello seguito all’andata: dal prato dei Balestrini scendere sulla stradina asfaltata e girare a sinistra sul sentiero n° 1. Si attraversano un bel bosco di pino silvestre e vasti prati, fino a raggiungere il paese, compiendo così un’escursione ad anello.