BORNO - NAVERTINO- BAITE SOCOL- LAGO LOVA COLLE MIGNONE -ROCCOLO TABACHI’ - LOVA - NAVERTINO - BORNO

SENTIERI: 82 - 103

DIFFICOLTA’
E – Escursionistica 
DISLIVELLO
m. 700
SVILUPPO
11 Km A/R
TEMPO PERCORRENZA
andata 2:15H – ritorno 1:25H = 3:40H a/r
INTERESSI
Paesaggistico, naturalistico
CIASPOLE
Si
8 borno socol lova migno tabac borno.jpg
MTB

Si

PROFILO ALTIMETRICO
Caratteristiche

Itinerario parzialmente ad anello. Raggiunta la località Navertino si sale al lago di Lova lungo una strada sterrata che consente di evitare il traffico di mezzi motorizzati che, soprattutto nel periodo estivo, transitano abitualmente sul sentiero n.82.

Descrizione

Dalla Piazza Giovanni Paolo II, salire lungo Via San Fermo. In cima alla via (tabelle segnavia-sentiero n° 82) incamminarsi, a destra, per Via Pizzo Camino. Lasciate le ultime case del paese, si transita davanti ad un abbeveratoio, si fiancheggiano alcune cascine e si raggiunge il ristorante Navertino (tabelle segnavia), dove si gira a destra per imboccare una stradina a fondo naturale. Si cammina in lieve pendenza fino a superare il torrente Trobiolo; due brevi salite portano alla località Socol, dove, in prossimità di due baite poste sui due lati della stradina, inizia una ripida salita su fondo bitumato. Raggiunto un crocicchio (tabella segnavia) si gira a sinistra, si superano alcuni tratti ripidi che si alternano ad altri con pendenze moderate. In prossimità di una baita il panorama si apre brevemente sul dosso di San Fermo, Cima Moren e Pizzo Camino. Una corta discesa porta alla salita finale che sbocca sull’altopiano del lago di Lova. Dalla diga si costeggia il lago in senso antiorario e si raggiungono il ponte sul torrente Lovareno e uno chalet. Qui si imbocca l’itinerario n° 103 (tabella segnavia) e seguendo la stradina si attraversano due ruscelli. Oltrepassato il secondo corso d’acqua, si prende la biforcazione di sinistra che sale ripida nel bosco. Superato un tornante, la pendenza si attenua e si attraversa a mezzacosta fino a raggiungere i pascoli del colle Mignone, dove appare il gruppo montuoso della Concarena. Qui (tabelle segnavia) si gira a sinistra e si sale al pianoro della malga Mignone, dove un’altra tabella indirizza il nostro cammino verso il roccolo di Tabachì. Dal roccolo  inizia la discesa verso Borno, lungo i sentieri n°82a e n°82, che transita nei pressi del lago di Lova e le località cappelletta di Sedulzo e Navertino.